LOU REED – Un testamento alle donne della sua vita

Nessuna sorpresa nel testamento di Lou Reed, il musicista diventato una delle icone del rock grazie ai Velvet Underground per poi continuare la sua carriera da solista negli anni Settanta,  scomparso il 27 ottobre scorso, a 71 anni, a causa di complicazioni legate al trapianto di fegato.

Le volontà di Lou Reed sono state rese note dal tribunale di New York: il patrimonio del musicista sarà diviso tra la moglie e la sorella minore.

Lou ReedNel dettaglio il rocker ha lasciato alla moglie 66enne, la musicista Laurie Anderson, l’appartamento a Manhattan, sull’11esima West Street nel West Village; la casa a East Hampton dal valore di 1,5 milioni di dollari nello stato di New York a Long Island, tutte le sue proprietà personali (i gioielli, i vestiti, gli oggetti d’arte, le auto, le barche), oltre all’amministrazione della Sister Ray Enterprises, la società che gestiva tutto quello inerente alla sua musica, andando così coprire in totale il 75% del suo patrimonio.
Il quarto restante va, invece, alla sorella minore, Margaret Reed Weiner, a cui sono aggiunti 500 mila dollari da destinare alle cure della madre: “nella speranza e desiderio, senza imposizioni di legge, che mia sorella utilizzi parte di questo lascito per prendersi cura di nostra madre” ha scritto Reed nel suo testamento.

Nel documento di trentaquattro pagine, firmate nell’aprile 2012, Lou Reed ha, inoltre, nominato il suo manager e il suo account, Robert e David Gotterer, amministratori dei diritti d’autore e della sua musica.

Come impugnare per vie legali un testamento olografo

Impugnare un testamento olografo per via legaleIl testamento olografo contiene le ultime volontà di una persona, scritto, datato e sottoscritto di mano del testatore. Il testamento olografo può essere però impugnato per vie legali.

Il testamento olografo può essere redatto da tutte le persone maggiorenni, con piena capacità di intendere e di volere. Ma se gli eredi non sono d’accordo con le ultime volontà del de cuius o pensano (e possono dimostrare) che siano state scritte in un momento in cui non era nel pieno delle sue facoltà, possono impugnare il testamento.

La normativa prevede l’impugnazione del testamento per vizi che ne determinano la nullità o l’annullabilità. Si tratta di un’azione che avviene per vie legali, è necessario, infatti, rivolgersi a un legale per capire con lui come procedere.

Continua a leggere »

Patto di famiglia

Il patto di famiglia è un contratto con cui un imprenditore di un impresa familiare trasferisce, totalmente o in parte, l’azienda o proprie quote di partecipazione a uno o più discendenti. Esso riguarda quindi il solo ambito aziendale, escludendo tutti gli altri possibili beni che possono costituire il patrimonio ereditario.

Patto di famigliaLe aziende a carattere familiare sono in Italia molto numerose per questo si è reso necessario individuare uno strumento per dare continuità alla gestione di impresa alla successione dell’imprenditore. Il patto di famiglia è quindi un accordo con cui un imprenditore individua uno o più discendenti da lui ritenuti idonei per proseguire la sua attività, trasferisce loro l’azienda e liquida dei diritti economici i legittimari a quali non viene lasciata l’impresa. Esso richiede, infatti, la presenza di tutti i legittimari e deve inoltre, pena la nullità del contratto, essere stipulato per atto pubblico.

Continua a leggere »

Calcolo imposta di successione

Calcolo tasse successioneGli eredi o i legatari sono obbligati a pagare le imposte sulla successione e donazione. L’imposta si applica ai singoli lasciti a titolo di erede o legatario e non all’intero asse ereditario.

Il calcolo dell’imposta di successione è determinato dall’aliquota diversa a seconda del grado di parentela

Continua a leggere »

Testamento per la nostra identità digitale?

In un’intervista al membro della Commissione informatica del Consiglio nazionale del Notariato, Ugo Bechini, fa discutere l’interessante problematica sull’identità digitale e su come dove essere gestita post mortem.

Testamento digitaleStiamo parlando di tutti i nostri conti correnti online, dei vari profili che abbiamo creato sui social network, gli eventuali blog, siti web, o i dati e le fotografie in ambito cloud computing.
Bechini solleva la questione di come trattare l’identità digitale e tutti i dati che conserva dopo il decesso dell’utente, proponendo come possibile soluzione quella della redazione di un vero e proprio testamento digitale, con le indicazioni su come comportarsi con i dati presenti in rete.

Continua a leggere »